Elon Musk, il nuovo Galileo Galilei.

Devi aggiungere un widget, una riga o un layout precostruito per poter vedere qualcosa qui. 🙂

L’infanzia

Elon Musk inizia a programmare da piccolino, tanto che a dieci anni pubblica il suo primo programma in Basic, e due anni dopo vende il suo primo videogioco: Blastar.

Dopo il divorzio dei genitori, Musk passa l’infanzia col padre in Sudafrica; nel 1989 arriva in Canada e inizia a studiare alla Queen University, poi conclude gli studi negli Stati Uniti e si laurea in Fisica ed Economia all’Università della Pennsylvania.

Vince una borsa di studio a Stanford, ma dopo pochi giorni sceglie San Francisco, dove sorgerà la futura Silicon Valley.

Inizio della carriera

E’ appena nato il web, qui la sua prima intuizione: realizzare un elenco delle imprese localizzato dentro una mappa digitale da vendere.

Con il fratello Kimbal fonda Global Link Information Network, una startup che cambierà nome in Zip2.

Nel 1999 Compaq fiuta l’affare e acquista Zip2 per 307 milioni di dollari. È il primo vero successo imprenditoriale di Elon Musk. Ma è che nel 1999 che Elon fa il vero salto di qualità: fonda X.com un sito di online banking, tramutato poi in PayPal che venne subito acquistato da Ebay.

E’ innegabile il sogno di Elon, andare su Marte prima della fine del secolo, è per questo che fu fondata SpaceX nel 2002, e creato il primo razzo “riciclabile” il: “Falcon 9”.

Tutti i razzi mai creati fino ad ora venivano distrutti nell’orbita terrestre, senza nessuna possibilità di riciclaggio dei pezzi, quindi riduzione dei costi, ma Elon, dopo vario tempo, riuscì in quest’opera; infatti tutt’ora vengono utilizzati gli stessi razzi più volte per fare i test.

Non solo Web e spazio furono le due intuizioni di Elon, ma lo fu anche l’energia.

La nascita di Tesla

Nel 2003 fonda Tesla Motors, un progetto che voleva far andare le auto con l’energia, senza l’uso di nessun carburante.

Dopo 5 anni venne lanciato il primo mezzo: il Tesla Roadster, la prima auto elettrica che superava i 200km/h.

Nella seconda autovettura prodotta da Tesla, venne introdotta per la prima volta l’autopilota, innovazione immaginaria anche solo per 20 anni fa.

Le invenzioni di Elon sono infinite, infatti, da amante dell’energia rinnovabile, fonda anche Solarcity (fabbrica di pannelli solari marchiati Tesla) e Hyperloop.

Hyperloop è un progetto nel settore dei servizi: un treno supersonico che potrebbe toccare i  1200km/h; i test fatti fino ad ora sono ben lontani da questa velocità, però la forza di Elon lo porterà sicuramente a cambiare ancora un’altra volta il mondo.

Luca Grisafi 3I

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *